Piccolo Idroelettrico: Pubblicati i risultati del progetto Renerfor

Il Progetto Interreg-ALCOTRA denominato Renerfor, si è recentemente concluso. Il gruppo di lavoro di Idrologia ha prodotto un manuale per la stima delle curve di durata delle portate in sezioni qualsiasi del territorio dell’Italia Nord-Occidentale, e l’ATLANTE IDROGRAFICO relativo allo stesso territorio. Il manuale e l’Atlante sono disponibili nella cartella web RENERFOR DATA.

Renerf_Copertine

L’ATLANTE si pone come una novità assoluta nel contesto italiano e si propone come riferimento per i tecnici che operano sul territorio quale risorsa di veloce consultazione e densa di informazioni relativamente alla struttura fisica ed alle caratteristiche climatiche dei bacini imbriferi di rilievo nel NORD OVEST italiano.

I bacini considerati sono tutti quelli sottesi da sezioni che sono state, almeno per un anno, equipaggiate con una stazione idrometrografica. Sono quasi duecento.

Copie cartacee dei volumi possono essere richieste alla Regione Piemonte, Settore Foreste Corso Stati Uniti, 2110128 TORINO.

Erasmus Mundus Masters Course in Flood Risk Management

in 2011 has started the new Erasmus Mundus Master Programme in Flood Risk Management. It is offered by a consortium of UNESCO-IHE Institute for Water Education (the Netherlands), Technical University of Dresden (Germany), Technical University of Catalonia (Spain) and University of Ljubljana (Slovenia). We have many applications from non-EU candidates (however we still welcome more), but very little from EU countries – so right now there is little competition for fellowships for EU students.

I would like to mention that apart from the fact that this Programme could be interesting for many students due to its syllabus, and due to the fact that graduates will receive three Master diplomas, it is also quite attractive since for the fellowship holders the tuition is paid fully by EU, and each student from a EU country receives additionally living allowance of 500 Euros a month.

*** Please note that the Bachelor students that are still studying can apply as well, provided they receive the Bachelor diploma before autumn.

Of course if you know good candidates from non-EU countries, they are welcome as well (non-European fellowship holders are provided with even better financial arrangement).

I would really appreciate if you could share this information with your students, and/or with colleagues that may know candidates interested to apply for this Programme.

DEADLINE TO APPLY FOR FELLOWSHIPS:  JANUARY 7, 2014 (for non-EU applicants) and  JANUARY 26, 2014 (for EU applicants)

Applications can be made at   www.FloodRiskMaster.org

 

Il 2013 è Anno Internazionale della Cooperazione per l’Acqua

L’Assemblea Generale delle Nazioni Unite ha indetto per il 2013  l’Anno internazionale della cooperazione nel settore idrico, per  sottolineare l’importanza cruciale dell’acqua nei processi di sviluppo sostenibile e l’eliminazione della povertà e della fame.  L’Assemblea Generale delle Nazioni Unite evidenzia la propria preoccupazione, perchè il processo che mira al raggiungimento dell’obiettivo di dimezzare la percentuale delle persone che non hanno accesso all’acqua potabile ed ai servizi igienici di base, si dimostra lento e discontinuo, in un quadro che va aggravandosi, a causa dei cambiamenti climatici in atto e dell’instabilità socio-politica che numerosi paesi stanno vivendo in questi anni.

Sul sito UnWater ”si possono seguire le  iniziative che si svilupperanno quest’Anno, a partire da quella del 22 Marzo: “Giornata Mondiale dell’Acqua”

2013 international year of water cooperation

EGU Leonardo Conference on “Hydrology and Society”

Il gruppo di Ingegneria delle Acque del Politecnico di Torino organizza la IV Conferenza internazionale della serie European Geophysical Union (EGU) Leonardo da Vinci Topical Conference Series on the Hydrological Cycle.

La Leonardo Conference è organizzata dal Politecnico e dal CINID, e con numerosi patrocini scientifici, tra cui quello dell’Associazione Internazionale delle Scienze Idrologiche (IAHS).  L’incontro sarà dedicato in particolare a temi di rilevanza sociale quali :

  • Le conseguenze dell’incremento demografico e dello sviluppo urbano sulla qualità dell’ambiente e del cibo;
  • Le connessioni tra gli scenari di disponibilità idrica, il fabbisogno e la produzione di energia;
  • Il ruolo della scienza idrologica nello sviluppo delle politiche ambientali europee, nazionali e locali.

La sede della conferenza sarà il Circolo dei Lettori.

La scadenza per l’invio dei sommari è il 15 Giugno 2012.
Programma ed ulteriori dettagli sono disponibili sul sito web della conferenza: www.eguleonardo2012.polito.it

Master in RISCHIO IDRAULICO (UNIFI – CINID) – Extended Deadline

Il Master RISCHIO IDRAULICO fa riferimento a tre precedenti edizioni, dall’anno accademico 2001/2002 all’anno accademico 2003/2004, e sul recente contributo del corpo docente delle Università del Consorzio Interuniversitario per l’Idrologia – CINID, con l’obiettivo di rendere disponibili a tutti i professionisti e tecnici delle Pubbliche Amministrazioni o della libera professione un master fruibile su tutto il territorio nazionale con un’attenzione anche ai problemi locali.

L’iscrizione al master potrà essere effettuata esclusivamente on-line. La scadenza è stata prorogata fino alle ore 13.00 del 6 febbraio 2012.

E’ consigliabile effettuare una pre-iscrizione al corso inviando una email a Enrica Caporali (enrica.caporali@unifi.it) e Luca Solari (luca.solari@unifi.it).

Vai al SITO del Master

Scarica la Brochure

Scarica la Locandina

Analisi e Controllo dei Dissesti sui Versanti e nei Corsi d’Acqua

Mercoledì 18 Gennaio 2012

ore 14.30   –   AULA 3

Seminario nell’ambito dei corsi di Idrologia e Protezione Idraulica del Territorio, patrocinato dalla I Facoltà di Ingegneria

INTERVENGONO:

Pasquale Versace (UNICAL-Presidente GII): Dalle alluvioni ai dissesti: il ‘continuo’ idrologico

Davide Tiranti (ARPA Piemonte): Sistemi di preannuncio delle frane superficiali a scala regionale

Claudio Zarotti (Prati Armati): Le tecniche ‘Prati Armati’ per la prevenzione dei dissesti di versante

Alberto Grimod (Maccaferri): Le tecniche Maccaferri per la prevenzione dei dissesti dei corsi d’acqua

 

Le slides degli interventi sono disponibili qui

IDROLOGIA.ORG per la cooperazione in materia di rischio idrogeologico

E’ nato il sito IDROLOGIA.ORG. E’ espressione dell’intenzione di alcuni di incanalare in modo scientificamente fondato le energie che animano il volontariato in Italia, con particolare riferimento al rischio idrogeologico.

Il sito del ‘La Repubblica’ ha raccolto accolto l’appello (vedi)

Si cercano volontari.

4 novembre data simbolo delle alluvioni in Italia

Il 4 Novembre scorso si è tenuto a Firenze l’incontro “LA DIFESA DALLE ALLUVIONI A 25 ANNI DAL PRIMO PIANO DI PROTEZIONE CIVILE PER LA DIFESA DI FIRENZE”.
Il resoconto della giornata, diventata occasione per un confronto tecnico-scientifico e politico sugli eventi della Luguria e Toscana della settimana precedente, sarà a breve disponibile sul sito del CERAFRI.

Mentre l’incontro era ancora in corso, da Genova arrivavano notizie prima preoccupanti, poi disastrose.

I tempi sarebbero maturi per dichiarare il 4 novembre ‘Giornata in memoria delle vittime delle alluvioni’

Hydrology Days in Italia

La Società Idrologica Italiana annuncia l’organizzazione delle

Giornate dell’Idrologia”
Bologna 1-2 Dicembre 2011

 

nelle quali verranno sviluppati temi di ricerca di interesse comune tra Università, Enti di Ricerca, Amministrazioni Pubbliche Territoriali e Professionisti che operano nel settore degli studi idrologici.
GLi argomenti trattati saranno:

- “Flood Directive” e delimitazione delle aree inondabili
- Preannuncio delle piene
- Preannuncio delle frane

Vai alla Locandina

Nuova procedura per la valutazione delle portate di piena

Sulla rivista Journal of Hydrology è in corso di stampa l’articolo:

Laio F., D. Ganora, P. Claps, G. Galeati, Spatially smooth regional estimation of the flood frequency curve (with uncertainty), Journal of Hydrology (in press), 2011.

che si può scaricare qui

L’articolo presenta uno stato dell’arte avanzato sui metodi per la stima statistica delle portate di piena. Il metodo è stato messo a punto con riferimento alla regione idrografica Piemonte – Valle d’Aosta.

 

Nell’immagine sono rappresentate le sezioni idrometriche di misura utilizzate nell’analisi.