Dighe ed attenuazione delle piene

Il programma Interreg IIIA rientra tra quei progetti comunitari i cui fondamenti sono la gestione, la salvaguardia e la valorizzazione del territorio e delle risorse ambientali.

La presenza di un numero rilevante di bacini artificiali di ritenuta a scopo idroelettrico nella regione del Verbano-Cusio-Ossola, a cui si devono aggiungere quelli confinanti in territorio Svizzero, ha suggerito uno studio finalizzato allo sviluppo di un sistema di gestione dei rischi idrogeologici nell’area del Lago Maggiore. In tal senso i laghi hanno assunto un ruolo parallelo a quello di serbatoi di accumulo di ingenti volumi d’acqua turbinabili, andando ad interagire con la formazione, modulazione e trasferimento delle onde di piena in caso di eventi estremi, laddove una valutazione in termini di costi-benefici dell’utilizzo di una quota parte dell’invaso ai fini della mitigazione del rischio ne giustifichi l’impiego in tal senso.

AZIONE 3
Studio del ruolo dei bacini artificiali nella formazione delle piene

Strutture referenti del progetto:

  1. Regione Piemonte – Agenzia Regionale di protezione dell’Ambiente (ARPA)
  2. Ist. Scienze della Terra – Scuola Univ. Prof. della Svizzera Italiana (IST-SUPSI)

Organismi coinvolti:

  1. Politecnico di Torino – Dip. di Idraulica, Trasporti ed Infrastrutture Civili (DITIC)
  2. Registro Nazionale Dighe – Ufficio Idraulica Roma (I)(RID-UIDR) Comp. Torino (RID-TO)
  3. Service des forces hydrauliques – Amministrazione Vallese (SFH)
  4. Politecnico Federale di Losanna – Laboratoire de Construction Hydrauliques (EPFL)
  5. Météosuisse – Office fédéral de Météorologie (Locarno, Genéve)

FASI DELL’AZIONE 3

  1. Catasto delle Opere e delle utilizzazioni [DITIC; RID-TO; IST-SUPSI]
  2. Individuazione delle aree che possono ricavare benefici dalla laminazione delle piene nelle dighe del sistema (Aree Target) [DITIC; RID-UIDR]
  3. Sviluppo di un modello idrologico di previsione delle piene per il Canton Ticino e di un modello idrologico di simulazione continua dei deflussi fluviali[DITIC; IST-SUPSI]
  4. Implementazione dell’attuale gestione degli invasi nel sistema di previsione delle piene in tempo reale della Regione Piemonte e del Canton Ticino [ARPA; IST-SUPSI]
  5. Analisi delle caratteristiche gestionali dell’utenza idroelettrica e modellazione matematica del sistema di invasi: ricerca di criteri di gestione ottimale rispetto all’effetto di laminazione [DITIC; IST-SUPSI;]
  6. Impostazione di un modello di gestione degli invasi in tempo reale accoppiato con la previsione meteorologica [RID-UIDR;IST-SUPSI]
  7. Valutazione degli effetti delle dighe sulle piene del reticolo minore in relazione al sistema bacino idrografico – Lago Verbano [DITIC; IST-SUPSI]

Torna a Progetti